Fantasmi del passato…

Sembrava una serata come tutte le altre, avevo appena fatto in tempo a spedire le ultime raccomandate con ricevuta di ritorno ed ero passata dal supermercato per comprare qualcosa da cucinare per una cena veloce.
Entrando a casa sentì un insolito tanfo di sigaretta… -“strano, sono due anni che non fumiamo più, sicuramente Roberto sarà stato qui con qualcuno, un collega, un rappresentante, un tecnico dell’Enel… Nella migliore della ipotesi!!!”-
Appoggiai la spesa in cucina e feci un giro per casa. Tutto era al proprio posto, anche in camera da letto. La cosa non mi tranquillizzava affatto -“Non ho sposato uno sprovveduto!” –
-“Ooom… Ooom stai calma e respira profondamente!” – mi ripetevo come fosse un mantra,  e in un attimo ecco ripresentarsi tutti i fantasmi del passato…
-“No no, non passerò la mia vita a trattenere un uomo del genere. Non sono affatto disposta a pagare ad oltranza per un errore di gioventù!”-
Esattamente, un errore commesso quando eravamo ancora fidanzati e per il quale ho pagato interessi usurari. Sinceramente non ho mai capito se Roberto avesse mai sospettato del mio tradimento, io chiaramente non gliene avevo mai parlato ma il peso che mi sono trascinata dentro, come un macigno, mi ha permesso di ingoiare la sua prima scappatella… La prima di una lunga serie! Ho soprasseduto su Barbara, ho fatto finta di niente quando è stato il turno di Carla e perfino della mia carissima amica Viviana che… sapeva tutto (una coltellata!).
-“Ora basta! Questa volta andrò fino in fondo, stavolta raccoglierò le mie cose e me ne andrò una volta per sempre. La mia coscienza ha espiato anche troppo!”-
Mentre ero intenta a fare mente locale sui miei prossimi passi e a pensare chi avrebbe potuto ospitarmi per un breve periodo, il tempo di affittare un monolocale, sentì il rumore della chiave girare nella toppa del  portone ed il mio cuore accelerare violentemente il battito.
-“Ciao amore” – mi salutò serafico Roberto ed io rimasi lì impassibile, con un vuoto totale in testa, non riuscendo a spiccicare una parola che fosse una.
-“Beh! Non mi saluti neanche?”- Roberto notò il mio momento di défaillance ed io mi sentì piccola piccola davanti a lui… alla sua bellezza. Quella bellezza che tutti mi facevano pesare e anche lui, a volte, facendomi sentire una “miracolata”.
-“Ciao tesoro”- replicai, gli diedi un bacio sulle labbra e lo abbracciai fortissimo…

Bugiardo e incosciente – Mina

(P.S.: L’ho scritto osservando due miei vicini di ombrellone in spiaggia…)

Venereisterica

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Intrattenimento e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Fantasmi del passato…

  1. vittoriot75ge ha detto:

    Cavolo che flash!
    Pensavo fosse autobiografico 🙂

    Mi piace

  2. thesorrow29 ha detto:

    Racconto breve che rispecchia la realtà. E tormenta il pensiero di metà umanità
    Buona giornata 🙂
    Rodrigo

    Mi piace

  3. Jessica Servidio ha detto:

    La quotidiana tortura della vita… e quasi ci si compiace delle catene che stringono e fanno male.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...