Preludio d’estate…

Fine maggio/giugno è sempre tempo di bilanci, valutazioni, si tirano le somme di un “anno” ed è inevitabile che tutto ciò finisca per investire anche la sfera personale e privata…
Fiumi di parole, nero su bianco, a celebrare ciò che è stato…
E’ in questi momenti che rifletto sulla valenza delle parole, sul loro peso, sul loro potere…
A volte sento il bisogno di sottrarre, ridurre, asciugare per tornare all’essenziale, perché il troppo, il ridondante non mi è mai piaciuto, mi puzza di bruciato e spesso nasconde il vuoto…
A volte cumuli di parole non bastano e soprattutto non hanno utilità se quello che a te serve è la più “banale” delle frasi: “stai tranquilla, non è niente…”

Originale postato su  A PIU’ MANI

Venereisterica

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in ME..., Parole&Note e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...